Guida utente

TOXOPLASMA GONDII - TOXOPLASMOSI
     
Cos'è:  
E' un parassita intracellulare obbligato che colonizza le cellule di animali omeotermi. E' endemico nei gatti e le sue oocisti sono escrete con le urine e feci. A questo punto, altri animali, come bovini, ovini, nuovamente i gatti, ecc., possono ingerire accidentalmente le oocisti ed infestarsi a loro volta.
Le carni e i visceri di questi ospiti intermedi, che contengono i toxoplasmi, possono fungere da cibo per animali selvatici o domestici, nei quali il ciclo ricomincia.
L'uomo puo' essere facilmente esposto alle cisti, in particolare se possiede animali domestici, o se ingerice frutta e verdura mal lavata o carne cruda.
Tempo di esecuzione dell'esame:1 giorno
   
Dove   Penetra nelle cellule e si moltiplica fino a rompere le membrane, oppure si incista in particolari tessuti (muscoli striati, utero, cuore, cervello) in formazioni rotondeggianti.
   
Utilità diagnostica  

La toxoplasmosi è una malattia diffusa in tutto il mondo. L'infezione da Toxoplasma può essere acquisita (dopo la nascita) oppure connatale (tramessa dalla madre al feto durante la gravidanza).
L 'infezione negli adulti è poco grave e molte volte asintomatica.
Durante il primo terzo di gravidanza puo' però diventare estremamente pericolosa per il bambino; le oocisti infatti possono attraversare la placenta e provocare l’aborto, la morte in epoca neonatale o gravi manifestazioni alla nascita come lesioni neurologiche (anomalie del cranio, convulsioni, calcificazioni intracraniche), lesioni oculari (infiammazione della retina e di altre strutture dell’occhio, strabismo, cataratta, atrofia del nervo ottico ecc.), ingrossamento del fegato e della milza, anemia, ittero, polmonite, febbre, manifestazioni cutanee, diminuzione del numero delle piastrine.
Nei periodi successivi della gravidanza, al momento della nascita il neonato presenta, nella maggior parte dei casi, una forma modesta o sub-clinica. Le conseguenze dell’infezione potrebbero rendersi evidenti dopo diversi anni e si manifestano con ritardo mentale, difficoltà di apprendimento, disturbi visivi o cecità.
L'infezione contratta al momento della nascita è invece, nella maggior parte dei casi asintomatica.

Toxoplasma Gondii
TOXOPLASMA
ESPRESSIONE
VALORI DI RIFERIMENTO
UNITÀ DI MISURA
Anticorpi anti Toxoplasma Gondii IgG
L'espressione di questi anticorpi in asssenza di anticorpi di tipo IgM garantisce l'immunità dalla malattia. In questa situazione non c'è alcun pericolo per il feto durante tutta la gravidanza.
---
UI
Anticorpi anti Toxoplasma Gondii IgM
L'espressione di questi anticorpi ad un livello elevato in assenza di IgG è indice di infezione attiva, per cui è necessario sottoporsi a terapia, durante la gravidanza.
L'espressione di bassi livelli di IgM in concomitanza ad alti livelli di IgG può significare che l'infezione è pregressa.
---
UI