Guida utente

RICERCA SANGUE OCCULTO NELLE FECI
Per la positività è sufficiente la presenza di un ml di sangue detto anche sangue occulto.
Normalmente deve essere assente.
La presenza di sangue nelle feci può essere determinata da alcolismo, da assunzione di ferro per bocca, da avulsioni dentali (distacco completo di un dente dall’alveolo in seguito a causa fortuita), da cirrosi epatica, da dieta ricca di carne, da dieta con mirtilli, da dieta con spinaci, da emorroidi, da ernia jatale, da esofagite, da neoplasie del tubo digerente, da piastrinopenia, da porpora, da trombocitopenia, da sindrome di Mallory Weiss, da traumi, da salicilati, da varici esofagee, da gastrite, da rettocolite ulcerosa, da diverticolite, da epistassi, da poliposi.

Tempo di esecuzione: 1 giorno

RACCOLTA FECI PER SANGUE OCCULTO

Preparazione del paziente.
1) Non raccogliere campioni di feci durante il flusso mestruale, oppure se il paziente soffre d'emorroidi sanguinanti o ha sangue delle urine.
2) Evitare l'assunzione d'eccesso d'Alcool, Aspirina ed altri farmaci che possono causare irritazioni gastrointestinali e provocare sanguinamento. Eventualmente sospendere l'assunzione almeno 1-2 giorni prima dell'esecuzione del test previa consultazione del proprio medico curante.
3) Non sono necessarie restrizioni dietetiche.

Raccolta dei campioni.
1) Raccogliere un campione di feci in un contenitore pulito e asciutto.
2) Svitare il tappo rosso del flaconcino per la raccolta del campione.
3) Inserire solo la punta zigrinata del bastoncino di raccolta in diverse zone del campione di feci. 4) Reinserire il bastoncino nel flaconcino di raccolta e riavvitare il tappo.

Eseguire il test entro tre giorni dalla raccolta del campione.
Per tempi superiori Ŕ preferibile conservare il campione in frigo e comunque entro una settimana dal prelievo.